TERMINI & CONDIZIONI

Dati forniti volontariamente dagli utenti/visitatori

Qualora gli utenti/visitatori, collegandosi a questo sito, inviino propri dati personali per accedere a determinati servizi, ovvero per effettuare richieste in posta elettronica, ciò comporta l'acquisizione da parte di Quickled dell'indirizzo del mittente e/o di altri eventuali dati personali verranno trattati esclusivamente per rispondere alla richiesta, ovvero per la fornitura del servizio.
I dati personali forniti dagli utenti/visitatori verranno comunicati a terzi nel solo caso in cui la comunicazione sia necessaria per ottemperare alle richieste degli utenti/visitatori medesimi.

Informativa sulla privacy

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo Sito acquisiscono, nel normale esercizio, alcuni dati personali vengono trasmessi implicitamente nell'uso dei protocolli di comunicazione Internet.
Si tratta di informazioni non sono raccolte per essere associate ad interessati identificati, ma che per loro natura potrebbero, mediante ed elaborazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti/visitatori (ad es. indirizzo IP, nomi di domini dei computer utilizzati dagli utenti si collegano al sito, il codice indicante lo stato di risposta dati server dal tipo di browser, ecc.).
Questi dati vengono utilizzati solo per informazioni di tipo statistico (quindi sono anonimi) e per controllarne il corretto funzionamento del Sito. I dati sui contatti web non vengono conservati, comunque, oltre sei mesi, salvo eventuali accertamenti di reati informatici ai danni del sito.
Nessun dato derivante dal servizio web verrà comunicato o diffuso.

Commercio elettronico

Il contratto di e-commerce, o commercio elettronico, è disciplinato dal d. Lgs. 9 aprile 2003 n. 70 con cui il legislatore italiano ha recepito la direttiva n. 2000/31/CE del Parlamento Europeo relativa ai principali aspetti giuridici dei servizi della società dell'informazione, del commercio elettronico e del contratto di e-commerce.

E' necessario comunque precisare il decreto non esaurisce la disciplina del contratto di commercio elettronico. Infatti, questo è comunque disciplinato dalla normativa generale sui contratti disciplinata dal Codice Civile, for example in tema requisiti del contratto, conclusione, adempimento o inadempimento. Inoltre resta applicabile, nel caso di servizi offerti a consumatori, tutta la normativa del Codice del Consumo riguardo i contratti a distanza, le clausole abusive e la pubblicità ingannevole o comparativa. Infine, al rapporto tra le parti andrà applicata la disciplina disposta dal Codice sulla Privacy.

Riguardo ai contratti stipulati con soggetti definibili come consumatori, secondo la normativa prevista dal Codice del Consumo il consumatore ha sempre diritto di recedere da qualunque contratto a distanza, senza alcuna penalità e senza specificare il motivo, entro il termine di 10 giorni lavorativi. Inoltre, una disciplina di tutela rivolta al consumatore è quella riguardante le clausole vessatorie, secondo cui si presumono vessatorie sino a prova contraria una serie di clausole, aventi per effetto quello di alterare significativamente l'equilibrio dei diritti e degli obblighi del contratto a danno del consumatore.  Queste clausole sono nulle, anche se sono stato oggetto di una specifica trattativa individuale.

Ancora in tema di contratti con il consumatore, il venditore\produttore sarà responsabile nei confronti del consumatore per qualsiasi difetto di conformità esistente al momento della consegna del bene. La durata della garanzia si estende sino a due anni dalla consegna del bene.